Molto spesso ci dimentichiamo di pulire i nostri gioielli in argento, lasciandoli sensibili ai segni del tempo. Finiscono per ossidarsi e perdere la loro lucentezza, soprattutto se non li indossiamo regolarmente. L’ossidazione lascia tracce sui nostri anelli, collane e braccialetti che perdono il loro splendore e finiamo per dimenticarli in un portagioie. Se anche tu hai gioielli in argento ossidati, ti mostriamo semplici metodi per mantenerli, pulirli e ripristinare il loro antico splendore.

Pulizia dei gioielli in argento

Pulizia di gioielli in argento, argento sterling e placcati in argento

Cominciamo spiegando la differenza tra  argento,  argento sterling e argento placcato:

  • L’argento puro contiene il 99,9% di argento ed è usato raramente nella creazione di gioielli;
  • I gioielli in argento sterling contengono il 92,5% di argento puro e sono spesso mescolati con un altro metallo come rame o zinco per aumentarne la resistenza;
  • La placcatura in argento contiene uno strato molto sottile di argento che ricopre un altro metallo come rame, ottone o bronzo. I gioielli placcati in argento sono leggeri e richiedono una pulizia molto delicata per non danneggiarne il rivestimento.

Come accennato in precedenza, i gioielli sono generalmente realizzati in argento sterling o argento placcato anziché in argento puro. Avendo una minore percentuale di argento, possono, a causa dell’esposizione all’aria e all’umidità, diventare più opachi e meno vibranti.

Nota: per scoprire di che materiale sono fatti i tuoi gioielli, controlla la chiusura. Troverai un punzone di garanzia che indica “925/1.000”, Sterline, una testa di Minerva, “92.5” o “925”. Se non vedi alcun segno, probabilmente la tua collana o braccialetto è placcato in argento. Puoi fare anche un’altra prova: l’argento non è magnetico, quindi se il tuo gioiello rimane attaccato a una calamita, probabilmente è placcato in argento.

Di cosa avrai bisogno per pulire il tuo argento annerito

Ora mettiamoci al lavoro e scopriamo le attrezzature necessarie per  mantenere i tuoi gioielli. 

Attrezzature e strumenti

Materiali

  • Uno spazzolino da denti o un altro spazzolino a setole morbide;
  • Un panno in microfibra;
  • Una grande ciotola.
  • Un detersivo per piatti;
  • Bicarbonato di sodio ;
  • Una padella ;
  • Lamiere di alluminio;
  • Sale kosher.

Istruzioni per lucidare l’argento annerito

Di seguito trovi diverse tecniche per pulire i tuoi gioielli e farli sembrare nuovi.

Come pulire i gioielli in argento con il detersivo per i piatti?

Pulire un anello d'argento

Passo 1

  • Metti i tuoi gioielli in argento in acqua tiepida;
  • Aggiungi qualche goccia di detersivo liquido per piatti;
  • Mescolare bene fino a ottenere una schiuma;
  • Lascia che i gioielli si impregnino nella miscela per qualche minuto (tra 5 e 10 minuti).

2° passo

  • Fate una sorta di scrub ai vostri gioielli in argento utilizzando uno spazzolino a setole morbide;
  • Pulisci bene le aree e le fessure difficili da raggiungere;
  • Sciacquare con acqua tiepida.

Passaggio 3

  • Per asciugare i tuoi gioielli in argento, strofinali delicatamente con un panno per argenteria o un asciugamano in microfibra.

Buono a sapersi :

  • I tovaglioli di carta possono graffiare l’argento, quindi non usarli per asciugare i gioielli;
  • Questo metodo di pulizia con sapone funziona per l’argento sterling e gli accessori placcati in argento;
  • I tuoi gioielli con pietre preziose possono anche essere puliti con sapone, ma è meglio parlare prima con il tuo gioielliere. Se temi di danneggiare i tuoi gioielli, non esitare a farli pulire da un professionista.

Come pulire l’argento sterling con il bicarbonato di sodio?

Passo 1

  • Mescola due parti di bicarbonato di sodio con una parte di acqua per formare una pasta;
  • Strofinare delicatamente la pasta ottenuta sui gioielli utilizzando uno spazzolino da denti;
  • Lasciare asciugare completamente la pasta;
  • Sciacquare con acqua.

2° passo

  • Utilizzare un panno morbido o un asciugamano in microfibra.

Per informazioni

Se non avete il bicarbonato potete sostituirlo con l’amido di mais.

Come pulire gli anelli d’argento?

Per pulire i vostri anelli è meglio utilizzare la tecnica dell’acqua e detersivo per i piatti. Procedi delicatamente per non danneggiare i tuoi gioielli e utilizza uno spazzolino pulito per strofinare le zone annerite.

Tieni presente che i diversi materiali di cui è fatto il tuo anello, come perle o pietre preziose, determinano anche il modo in cui puoi pulirlo. L’aceto, ad esempio, può danneggiare le pietre porose e il bicarbonato di sodio può graffiare i metalli teneri.

Quindi prima di testare questi prodotti sui vostri gioielli chiedete consiglio al vostro gioielliere.

Come pulire catene e collane in argento?

Le catene d’argento che porti al collo vengono regolarmente a contatto con prodotti profumati, creme o anche sudore e necessitano di cure personalizzate. Un modo per pulirli è utilizzare un foglio di alluminio per tenere lontani gli atomi di zolfo dall’argento, rimuovendo l’ossidazione e facendo brillare i tuoi accessori.

Ecco come farlo:

  • Coprire l’intera superficie di una ciotola capiente con un foglio di alluminio ;
  • Versare l’acqua bollente nella ciotola;
  • Aggiungere 60 g di bicarbonato di sodio e due cucchiaini di sale kosher e mescolare fino a formare delle bolle;
  • Metti i tuoi gioielli nella ciotola e mescola delicatamente, assicurandoti che i tuoi accessori non sfreghino tra loro o contro le pareti della ciotola;
  • Lasciare riposare per 5 minuti;
  • Togli i gioielli dall’acqua e asciugali accuratamente con un panno morbido.

Consigli degli esperti per mantenere i gioielli puliti e in perfette condizioni

Per prenderti cura dei tuoi gioielli ed evitare che si appannino e  perdano la loro lucentezza , ci sono semplici passaggi che puoi eseguire:

  • Quando ci si lava le mani, si applicano cosmetici o si utilizzano prodotti per la pulizia, è importante rimuovere gli anelli;
  • Se intendi indossare il profumo , applicalo prima di indossare la collana, il braccialetto o gli orecchini;
  • Se indossi gioielli con perline , puliscili con un panno morbido non appena li rimuovi per liberarli dagli oli e dai profumi per il corpo che possono conferirgli un aspetto giallastro;
  • Il cloro e l’acqua di mare possono danneggiare i tuoi gioielli, quindi rimuovili prima di nuotare;
  • Conserva i tuoi gioielli in un sacchetto ermetico prima di metterli in una scatola. Evitare di esporli spesso all’aria per prevenirne l’ossidazione.

Domande frequenti

Come conservare i gioielli in argento?

Col passare del tempo, i gioielli finiscono sempre per ossidarsi, tuttavia è del tutto possibile rallentare questo processo di ossidazione. Oltre ai suggerimenti sopra menzionati, puoi riporre i tuoi accessori in argento in una scatola con all’interno un rivestimento in velluto che assorbe l’umidità. I sacchetti di velluto sono efficaci anche per limitare ulteriormente l’esposizione all’aria.

Come usare un panno per lucidare l’argento?

I panni per lucidare l’argento sono panni morbidi per pulire i gioielli senza graffiarli. Impregnati di detergenti chimici, possono essere utilizzati da soli, senza l’aggiunta di prodotti detergenti o creme lucidanti. Strofina i tuoi gioielli per rimuovere l’ossidazione.

Cos’è la sostanza nera sull’argento?

La sostanza nera sui tuoi gioielli in argento è solfuro d’argento. Quest’ultimo si forma quando l’argento entra in contatto con l’ossigeno e l’idrogeno solforato presenti nell’aria. Questo è ciò che dà ai tuoi gioielli quel colore opaco e opaco.