In botanica è chiamata “Sansevieria trifasciata”. Certo, è un nome piuttosto barbaro che è molto difficile da ricordare. Ma non preoccuparti di memorizzarlo, perché in verità questa pianta è ampiamente conosciuta come “Lingua della suocera”. Sì, niente da fare e, soprattutto, è molto più divertente detto così! Scherzi a parte, questa pianta succulenta ha moltissimi benefici: purifica l’aria interna, regola l’umidità ambientale, disintossica l’atmosfera e ha anche proprietà medicinali. In più, è molto resistente e di facile manutenzione!

la lingua della suocera

Sansevieria, una pianta mistica come nessun’altra

Secondo gli esperti di Feng Shui, non collochiamo questa pianta ovunque o comunque! Sì, probabilmente non lo sapevi, ma c’è un intero processo da affrontare prima. Già, come vedete, se avete appena acquistato una Lingua di suocera, ha una forma piuttosto insolita: le sue foglie sempreverdi sono appuntite, come una spada, quindi questo non fa ben sperare. Secondo certe credenze, lasciata così com’è, questa pianta può portarvi problemi, in particolare litigi e conflitti nella coppia o con i parenti. Ma state tranquilli, basta stabilire un piccolo rituale per cambiare la situazione. Cos’è esattamente? Se sei superstizioso e seguace del Feng Shui, segui questo cerimoniale: il giovedì, prima di andare a letto, fai scivolare due grandi foglie (prese dalla pianta) a forma di croce sotto il tuo letto. Il giorno successivo, rimuovili e ripiantali. Allora non ci sarà più nulla da temere!

Dove installare la lingua della suocera per attirare fortuna?

Allo stesso modo, ci sono luoghi specifici in cui dovresti mettere questa pianta. Già, sappi che non ha posto nel soggiorno o nella tua camera da letto. Da un punto di vista armonioso ed energetico, come sostenuto dal Feng Shui, le stanze più adatte per accogliere la lingua di tua suocera sono l’ingresso di casa, il bagno, il terrazzo o il balcone. Installato in uno di questi luoghi, è lì che attira più fortuna e protegge meglio la casa.

Quali sono i benefici della Sansevieria?

Ma la lingua della suocera non aiuta solo a migliorare l’energia in casa. Per i più scettici, i meno superstiziosi e coloro che non credono veramente nella sfera mistica, sappiate che questa pianta da interno ha altri benefici molto benefici sia per la casa che per il proprio benessere. Essendo una succulenta resistente e facile da curare, fa parte di un gruppo di piante note come “piante serpente” con una serie di benefici per la salute.

Eccone alcuni:

  • Filtrazione dell’aria interna.
  • Eliminazione di inquinanti tossici.
  • Aiuta a migliorare la salute mentale.
  • Combatte le allergie respiratorie.
  • Aiuta ad alleviare piccoli disturbi stagionali.
Mantieni la lingua della suocera

Come mantenere correttamente la lingua di una suocera per un interno più caldo?

Quindi, ovviamente, a parte la sua missione purificatrice, se questa pianta è molto apprezzata da molte persone, è prima di tutto perché porta un tocco esotico e rigoglioso nell’arredamento della casa. Ma anche e soprattutto perché non è proprio impegnativo: lo vedrai molto velocemente, non richiede molta manutenzione o cure specifiche.

  • Come piantare correttamente la Sanseveria trifasciata per sfruttarne i benefici?

La sua particolarità? Il suo fogliame può moltiplicarsi facilmente. Ecco le istruzioni: Taglia una foglia sana vicino alla sua base e fai una tacca a V capovolta nella parte inferiore della foglia. Quindi mettilo in un barattolo pieno di acqua pulita. Il livello dell’acqua dovrebbe essere leggermente al di sopra della tacca a V. Una volta che le radici iniziano a formarsi (dopo 3-5 settimane), puoi tenere la foglia in acqua o trasferirla direttamente nel terreno.

  • Come innaffiarlo per mantenerlo sano?

Questa pianta ama la luce, ma senza il sole diretto. Non va annaffiato troppo: una volta alla settimana è sufficiente quando fa caldo e una volta al mese quando le temperature si abbassano. Tieni presente che l’acqua in eccesso è il punto debole di questa pianta, quindi ricordati sempre di tenerla asciutta tra due annaffiature. Metterlo in una pentola ben drenata per evitare di annaffiarlo troppo spesso e quindi evitare che marcisca. Innaffia il terreno solo quando è completamente asciutto! Inoltre, di tanto in tanto, potete passare sulle foglie una spugnetta leggermente umida per eliminare la polvere. Ah sì, non c’è bisogno di provare a lucidarlo con prodotti chimici, è più aggressivo che benefico. Infine, ultimo consiglio per la potatura: non considerare mai di tagliare l’estremità appuntita delle foglie, anche se punge, perché è una base importante per la crescita. Altrimenti rischi di bloccarne lo sviluppo.