Come resistere a un buon piatto di patatine dorate e croccanti? Ma la patata può essere consumata anche schiacciata, gratinata, al vapore, mescolata in zuppa… Mille e uno modi di utilizzarla per deliziare il palato. Non c’è da stupirsi che si trovi sempre con orgoglio in un angolo della cucina. Domanda: perché continuare ad acquistarlo quando puoi coltivarlo in casa? Tanto più che le patate che raccogli dal tuo orto hanno un sapore molto particolare. Ma attenzione, ci sono regole specifiche da seguire per evitare di commettere errori fatali. Sogni un raccolto abbondante? Ecco l’elenco delle verdure da non piantare vicino alle patate.

Orto: quali verdure non stanno bene con le patate?

Patate

Quindi, già, per coltivare buone patate e sperare in un raccolto abbondante, prediligi un terreno ricco, elastico e ben drenato. Se disponete di un terreno ben fornito di argilla, preparatelo preventivamente con terriccio sciolto e raffinato (facile da lavorare), da applicare in profondità per permettere ai tuberi di crescere in buone condizioni. Assicurati che il terreno non sia né troppo alcalino né troppo acido. Il pH ideale dovrebbe essere compreso tra 5,1 e 6,0. Idealmente, dovresti scavare delle fessure profonde 15 cm per installare i tuberi, prima di ricoprirli di terra, ma senza comprimerla. Ricorda anche di lasciare spazio tra le piante di patate. Attorno a ciascuno, assolutamente su tutti i lati, mantenere una distanza di 12 centimetri, in modo che crescano sani.

Ma attenzione, ogni buon giardiniere deve rispettare questa regola d’oro: mai piantare patate nella zona dove sono stati coltivati ​​i  pomodori  .o melanzane dell’anno precedente. Altrimenti, potrebbero attirare molti parassiti e altri problemi simili. Il problema è che molte persone trascurano completamente questo dettaglio e mescolano le loro piantagioni senza avere una conoscenza precisa in materia. Come si suol dire, asciugamani e strofinacci non vanno d’accordo! Tieni presente che alcune verdure possono influire sulla produzione di patate se coltivate nelle vicinanze. I quali ? Parliamo in particolare di fagioli, broccoli, cavoli, mais, melanzane, aglio, cipolle, piselli o addirittura ravanelli. Non solo le vostre patate non cresceranno a dovere, ma soprattutto questi miscugli inappropriati rischiano di attirare un’invasione di insetti parassiti come i coleotteri. Allo stesso modo,

Quali piante possono essere associate alle patate senza rischi?

Quindi ti chiedi quali sarebbero i compagni ideali per le tue patate quest’anno? Puoi coltivarli volentieri insieme a certe erbe aromatiche che ti saranno molto utili in cucina per preparare gustosi piatti. Eccone due da piantare senza esitazione!

  • Timo

Cosa c’è di più delizioso di un arrosto aromatizzato al timo e accompagnato da patate saltate? Questa erba molto popolare è nota per avere proprietà che migliorano il sapore delle patate. In più, grazie al timolo, contenuto nell’olio essenziale di timo, puoi essere certo che i parassiti dannosi non disturberanno la piantagione. Non appena l’erba fiorisce,
il timo attira i sirfidi (moscerini) che sottomettono gli insetti succhiatori di linfa. E non è tutto: più il timo si diffonde, più la copertura del terreno è vantaggiosa per scacciare le erbacce, conservare l’umidità e mantenere una temperatura più stabile.

  • Origano

Un’altra erba protettiva: l’origano, sia speziato che profumato, rimane la pianta perfetta per allontanare i parassiti che cercano di devastare le tue patate. Come bonus, è resistente ai cervi e costituisce un’eccellente copertura del terreno. Per non parlare del fatto che i fiori di origano sono un’importante fonte di nettare per alcuni predatori benefici come i merletti. Infine, grazie alle sue proprietà antisettiche e antimicotiche, l’origano si presta perfettamente alla consociazione di piante di belladonna, come patate o cavoli (cavoli, rape, broccoli, colza, ecc.).

Quali altre verdure non dovrebbero essere piantate insieme?

Naturalmente, per facilitare il tuo lavoro, sarebbe molto pratico mescolare le culture. Ma, come hai appena visto, alcune combinazioni possono rallentare il raccolto. E, naturalmente, questo non è il tuo obiettivo! Quindi, per evitare problemi, è meglio astenersi. Sei preoccupato di commettere un errore involontario? Non preoccuparti, per assicurarti un raccolto robusto, ti guideremo e ti sveleremo le alleanze da evitare.

  • Fagioli e cipolle

A priori, in un piatto, l’associazione non è brutta. Ma, nell’orto, i due non fanno coppia! Piantate vicino, le cipolle ritardano chiaramente la crescita dei fagioli, ma anche dei piselli. Invece, per un quartiere allegro, peperoni, lattuga e carote si sposano bene con le cipolle. Per quanto riguarda i fagioli, poiché fissano bene l’azoto nel terreno, i coltivatori vigorosi come il mais e le patate amano crescere insieme a loro.

  • Peperoni e Cavolo

Il cavolo  (e altre verdure di cavolo, come i broccoli e il cavolo rapa) inibisce la crescita delle verdure della famiglia della belladonna, come i peperoni. Quindi, nessuna questione di riunirli. Detto questo, i peperoni cresceranno abbondantemente vicino a cipolle, pomodori e melanzane. E il cavolo troverà la sua felicità accanto a menta, cetriolo o lattuga.

  • Salvia e cetrioli
Un saggio piantato in giardino

Ahia! Non prendere nemmeno in considerazione la consociazione della salvia con le piante di cetriolo: ostacolerà in modo significativo la loro crescita e attirerà tutti i tipi  di parassiti . I tuoi graziosi cetrioli cresceranno pacificamente vicino aneto, piselli e ravanelli. Per quanto riguarda la salvia, la sua posizione migliore è vicino a rosmarino, cavolo e persino carote. Abbastanza da dissuadere gli insetti dal distruggere la sua cultura.

  • Patate e zucchine

Tornando alle patate, anche se amate mangiarle insieme, meglio evitare di coltivarle vicino alle zucchine. Per quello ? Sebbene entrambe queste verdure crescano rapidamente, le patate sono note per essere voraci. Tendono a esaurire i nutrienti disponibili nel terreno, lasciando le zucchine che lottano per sopravvivere. Quindi non è la scelta migliore. Per favorire un buon raccolto, quest’ultimo sarà più sereno accanto a mais, meloni e fagioli. È meglio tenere le patate nella zona in cui coltivi rafano o erbe aromatiche come  basilico  e timo.